BREAKING NEWS
Salernoagenda è pronta col nuovo sito
Al Convitto Tasso l'open day "Il cinema incontra la scuola"

Continuano le attività organizzate dal Festival del Cinema Internazionale di Salerno e da altre associazioni del settore

Un evento di valorizzazione cinematografica quello tenutosi lo scorso 25 febbraio presso il Convitto Nazionale Torquato Tasso, di Salerno. Di scena l'open day: "Il cinema incontra la scuola", organizzato dal Festival Internazionale del Cinema di Salerno, in collaborazione con l'antico istituto salernitano e con il sostegno dell’Accademia per l’arte “S. S. Luca e Beato Angelico”, dell'associazione Teatro In-Stabile, dell'associazione L’Arcobaleno del Sorriso e dell'Associazione Cinematografica del Cilento.

Durante l'evento sono stati presentati due progetti di formazione al cinema e attraverso il cinema, con percorsi dedicati agli studenti dalla scuola dell'infanzia a quella di secondo grado iscritti all'Istituto Convitto Nazionale di Salerno.

Il primo percorso intitolato "Il Mondo delle Favole" è rivolto alla scuola dell'infanzia e primaria, mentre per la scuola secondaria di primo e secondo grado è stato presentato il progetto " I Mestieri del Cinema". L'intento del Festival del Cinema di Salerno è quello di coinvolgere attivamente il pubblico giovane offrendo un ampio ventaglio di proposte di formazione con percorsi diversificati che favoriscano l'incontro degli studenti con il mondo del cinema, facilitando nei più giovani lo sviluppo di competenze cognitivo/culturali e accrescendo le loro capacità creative.

Durante la manifestazione, abbiamo intervistato le associazioni e i professionisti presenti.

 

La prima a darci un quadro dell'iniziativa è stata Tiziana Gissi, dell'associazione per L'Arte "S.S. Luca e Beato Angelico":

-Dove ha sede e di cosa si occupa la vostra associazione?
La nostra associazione per ora si trova a Bellizzi in Via Antica, ma ci sposteremo presto a Salerno. Ci occupiamo di diffondere l'arte con corsi di pittura, manga, teatro, arte del riciclo e tante altre iniziative. Per noi l'arte è il bene primario.

-Siete presenti oggi all'open day del Festival Internazionale del Cinema di Salerno. Quale correlazione intercorre tra questo importante evento e la vostra associazione?
Il legame è dovuto principalmente all'attività di storyboard da noi posta in essere. Leghiamo in questo modo il cinema alla pittura e ai manga creando una "voce nella voce": la voce del cinema che esprime immagini, quella della pittura e quella dei manga, anche loro espressioni visive.

 

E' stato poi il turno di Emanuela Tondini della Compagnia "Teatro In-Stabile, con sede presso il teatro dell'istituto S. Tommaso D'Aquino di Fratte, che si occupa di arti sceniche: dalla recitazione alla messa in scena:

-Quanto ritenete siano importanti eventi come questo open day al fine di valorizzare la cultura cinematografica a Salerno?
Sono sicuramente eventi importantissimi perchè permettono sia a noi che ai ragazzi che vogliono avvicinarsi a questa arte di avere un contatto immediato con chi pratica questo lavoro. E' possibile così non soltanto ascoltare delle lezioni teoriche ma mettere immediatamente in pratica quello che si apprende.

 

-E' giunto, poi, il momento di intervistare la truccatrice di scena Claudia Bini:

-Quanto è importante il make up in ambito cinematografico e teatrale?
E' un lato fondamentale del cinema e del teatro perchè ci permette di creare finzione e realtà allo stesso tempo.

-Come si sviluppa un personaggio partendo dal nulla?
Si deve sviluppare in base al carattere del personaggio. Più è cattivo, più devono accentuarsi i lineamenti del volto, onde marcare di più il senso di diversità tra la parte buona e cattiva. Accentuare soprattutto con i colori e le sfumature.

 

Infine Francesca Matonti dell'Associazione Cinematografica del Cilento:

-Quali sono le attività che svolge la vostra associazione?
Iniziamo quest'anno con varie attività:recitazione, montaggio, regia, scenografia. Partiamo dalla parte teorica, ma puntiamo sulla pratica. Verranno organizzati masterclass con stage in modo da dare la possibilità ai partecipanti di vivere appieno tutte le fasi della cinematografia.

-In che modo valorizzare il Parco Nazionale del Cilento da un punto di vista cinematografico?
Il nostro obiettivo è quello di far conoscere le nostre scenografie naturali attraverso cortometraggi e film che andremo a girare in loco. Valorizzeremo i prodotti tipici locali.

 


 

 


SHARE

27-02-2017

di Marco Priore

ARTICOLI DI MARCO PRIORE

Serena Abrami: "Fossati nel cuore, X Factor solo un tassello"


Foja ed Almamegretta trascinano il pubblico del Campania Eco Festival 2017


Arriva Mathmind, secondo lavoro dei salernitani A Rainy Day in Bergen


ARTICOLI CORRELATI

Al Convitto Tasso l'open day "Il cinema incontra la scuola"


Successo per il Festival Internazionale del Cinema di Salerno


Festival Internazionale del Cinema di Salerno, al via la 70esima edizione


Salerno Agenda Logo

REDAZIONE

CONTATTACI

Versione 1.0

© Copyright 2010-2019 - salernoagenda