BREAKING NEWS
Salernoagenda è pronta col nuovo sito
Arriva Mathmind, secondo lavoro dei salernitani A Rainy Day in Bergen

In uscita sugli store digitali da fine aprile, l'album sarà un mix di sonorità tra rock alternativo, musica elettronica, pop, dark e progressive

Ritorno in grande stile quello degli "A Rainy Day In Bergen", al secolo Carlo Barra, Pasquale Aliberti e Diego Maria Manzo, terzetto salernitano dal sound particolarissimo, in bilico tra rock alternativo, musica elettronica, pop, dark e progressive. "Mathmind", questo il nome del nuovo album, è stato pubblicato sui principali store digitali il 28 aprile ed ha tutte le carte in regola per bissare il successo ottenuto dalla band nel 2012, quando esordirono col loro album omonimo. Una band dalle potenzialità infinite, specchio della fertilità della scena musicale salernitana.

Ciao ragazzi, benvenuti su salernoagenda. E' appena uscito il vostro nuovo album, "Mathmind" a cinque anni dal vostro disco d'esordio, omonimo. Come si è evoluto in sound degli A Rainy Day In Bergen in questo lasso di tempo?

Ciao a tutti! Il leitmotiv di "MATHMIND" è l'evoluzione di quella ricerca degli incastri tra elettronica e rock che era già segno di riconoscimento del nostro disco di esordio ma che, rispetto a questo,  si è  sviluppata in un sound più deciso ed aggressivo, frutto di un approccio meno onirico e più  ritmico.

Come descrivereste, con poche ma efficaci parole, le tracce contenute in "Mathmind", sia da un punto di vista musicale che testuale. Come nasce un vostro brano?

Rispetto ai precedenti lavori, in "MATHMIND" abbiamo dato più spazio all'improvvisazione e ci siamo fatti guidare dai brani stessi nello svilupparne la composizione.
In quasi tutti i brani non siamo partiti da idee strutturalmente già definite, ma abbiamo aggiunto ad un nucleo di piccoli temi di base, di volta in volta un tassello fino a giungere alla versione definitiva di ogni pezzo. Gli arrangiamenti si sono evoluti nella stessa maniera incrementale anche in funzione di come il brano cresceva e di come si amalgamava il sound delle parti, anche in una ottica di esecuzione live.Non ci siamo dati un tempo, non avevamo fretta di pubblicare subito un altro album ed infatti dobbiamo ammettere di averci messo un bel po'.

La peculiarità degli A Rainy Day In Bergen sta sicuramente nell'assenza di un chitarrista. Come mai questa scelta così particolare, che di certo caratterizza il vostro sound?

E' nata quasi per caso, dopo aver suonato peraltro con vari chitarristi. Ad un certo punto ci siamo resi conto che i nostri pezzi potevano fare a meno di questo strumento e ne abbiamo approfittato facendola diventare anche una peculiarità.

Il vostro primo album è stato distribuito dall'etichetta tedesca AF-Music. Quali saranno i canali di distribuzione di "Mathmind"?

Il disco è uscito il 28 aprile con etichetta campana I MAKE RECORDS e distribuzione digitale mondiale su tutti i principali store musicali e sulle più comuni piattaforme di streaming.Viste le richieste, durante gli eventi del prossimo autunno avremo disponibili anche le copie su CD in tiratura limitata per chi ha la passione per il supporto fisico, il gusto del “collectible”. Ricordiamo che già dal 21 aprile è disponibile su youtube anche il video del singolo "MATHMIND".

Quali saranno i vostri impegni sul fronte live per promuovere il disco?

Partiremo il 4 maggio al Les Amis di Fisciano. Intanto stiamo mettendo su il tour autunnale. A sorpresa stiamo lavorando per una data prima di salutare il nostro pubblico per le vacanze estive. Speriamo di vedervi ai nostri live!

 


SHARE

03-05-2017

di Marco Priore

ARTICOLI DI MARCO PRIORE

Serena Abrami: "Fossati nel cuore, X Factor solo un tassello"


Foja ed Almamegretta trascinano il pubblico del Campania Eco Festival 2017


Arriva Mathmind, secondo lavoro dei salernitani A Rainy Day in Bergen


ARTICOLI CORRELATI

Per Dileo è il tempo de "La Nuova Stagione"


Maxdale e quel bagaglio di emozioni raccontato "a bassa voce"


I SixtyNine ripartono da "Denti"


Salerno Agenda Logo

REDAZIONE

CONTATTACI

Versione 1.0

© Copyright 2010-2018 - salernoagenda